STORIE PORNO
STORIE PORNO
I migliori racconti porno
amatoriali online!!
leone50Nel boscola mia amica specialeL'incontro in treno.una fantastica inculataMia moglie Antonella offertaTiziana e Sergio 3violenz 1°cap.
Nick: Password:

Pubblica la tua storia!
CLICCA QUI!!
Iscriviti alla newsletter!



Per ricevere tutte le nuove storie!!

Alessandra gran troia
Ciao mi chiamo Luca ho 22 anni e quello che sto per raccontarvi è successo lo scorso agosto.
Da premettere che quando è successo tutto questo io ero ancora fidanzato con Giusy da circa 4 anni ma dopo quello che è successo con una scusa ho mollato la mia ragazzo così sono del tutto libero di fare quello che mi pare.
Ma ora passiamo ai fatti!
Nel mio gruppo da un paio d'anni fa parte Alessandra, due anni più grande di me e fidanzata con Tony, mio amico da anni.
Ale mi è sempre piaciuta ha un corpo minuto ma mi piace tantissimo, ha delle labbra da vera pompinara e sognavo ogni sera il giorno in cui me l'avrebbe preso in bocca.
Lo scorso Agosto approfittando dell'assenza della mia ex, mi recai al lavoro da Ale con una scusa e lei mi disse che quella sera sarebbe rimasta a casa perchè il suo ragazzo doveva fare il turno dai vigili del fuoco.
Io le dissi che era una bella serata per rimanere a casa e dopo un pò riuscii a convincerla.

Lei prese il cel e chiamò Tony: "Stasera esco con una mia amica andiamo a fare un giro al mare"
Udendo quelle parole io pensai al perchè aveva detto una bugia, bastava dire che usciva con tutto il gruppo, invece no, avevo capito che lei voleva rimanere da sola con me.

A quel punto mi disse "io mi sono liberata, ora tocca a te!"
Capii subito, prendo il cel e dico alla mia ragazza "Stasera sono impegnato con il lavoro non possiamo vederci" sentendo queste parole Alessandra sorrise e mi guardò con due occhi che volevano significare solo una cosa: TI VOGLIO!

La sera passai a prenderla al termine del lavoro, le dissi le mie intenzioni per la serata (cinema, pizzeria, e poi a fare una passeggiata) ma lei mi disse: "Io non ho voglia di vedere film o mangiare, io ho solo VOGLIA!"

Non potevo credere alle mie orecchie, la portai a casa mia approfittando dell'assenza dei miei, andammo in camera e lì inizio la serata più bella della mia vita.

Alessandra andò in bagno per rinfrescarsi ed io intanto mi spogliai lasciandomi sono i boxer, dopo una decina di minuti lei uscii dal bagno, avevo una completino intimo bianco fantastico, che lo comprò proprio quel pomeriggio per farmi una sorpresa, il perizoma era leggermente trasparente da far intravedere la sua bella fighetta rasata, il suo seno era stupendo e i capezzoli erano già turgidi. il mio cazzo era già durissimo ed attendeva solo di entrare in quella bella figa.

mi raggiunse sul letto io mi ero disteso e lasciai a lei il gioco, inizio a leccarmi e baciarmi i piedi per poi salire lungo le gambe. Andava pianissimo e io invece volevo che arrivasse immediatamente al mio cazzo.
Finalmente dopo un pò che mi leccava arrivò ai boxer me li abbassò e se lo trovò davanti agli occhi, bello dritto che la acclamava.
Lei mi guardò negli occhi e lo prese in bocca, tutto fino alle palle.
Lo succhiava con maestria me lo bagnava con la saliva e con la mano lo masturbava. Fù un pompino stupendo finalmente il mio sogno era realtà.
A quel punto la distesi sul letto e mi misi a 69, volevo leccarle quella figa mentre le sfondavo la bocca con violente penetrazioni.
Venni la prima volta insieme a lei, io le leccai tutti i suoi umori e lei ingoio tutto il mio sperma.
La misi a pecora e da dietro le davo dei colpi ben decisi e violenti, volevo farle sentire dolore, volevo farle godere con il dolore, stavo per venire un'altra volta ma mi disse che poteva rimanere incinta in quanto era a rischio allora le dissi che per non avere rischi potevamo farlo di dietro. A quella proposta mi aspettavo un NO deciso invece la sorpresa: "Non aspettavo altro"
Non ci potevo credere, la presi con durezza le puntai il cazzo sull'ano e spinsi fortissimo, lei emise un urlo ma io non mi fermai continuai a sfondarle il culo e con il passare del tempo le sue urla di dolore si trasformarono in urla di piacere. Le venni nel culo inondandola.
Esausti ci sdraiammo sul letto e ci baciammo dolcemente.

Dopo quella sera io decisi di lasciare la mia ragazza e lei invece mi disse: "Io non lascio il mio ragazzo, ma stai sicuro che il mio culo è solo per te"
Da allora ogni volta che abbiamo una casa libera con una scusa lei si libera di Tony e andiamo a scopare.

Se vi è piaciuta la storia vi racconterò anche delle successive scopate tra me ed Alessandra

COMMENTALA NELLA NOSTRA CHAT PORNO
MAGARI TROVI ANCHE L'AUTORE DELLA STORIA!


Eccitometro (Numero di voti: 346): 6.59 Commenti (25)

Quanto ti ha eccitato questa storia??!!
1 2 3 4 5 6 7 8 9 10